Crea sito

Frontino (PU) trio

Per la manifestazione Castelli d’ Aria, concerto del Trio Sanchioni – Pite – Perrucci -  a Frontino (Pesaro e Urbino) venerdì 9 luglio 2010 ore 21.00 Chiesa di San Girolamo.

Programma         manifesto
Girolamo Frescobaldi (1583-14643) Toccata VII per organo - Canzona detta “La Bernardina” flauto dolce, organo basso continuo, Canzon IV organo.
Benedetto Marcello (1686-1739) Sonata in Re minore flauto dolce, organo basso continuo. adagio, allegro, largo, allegro.
Johann B. Bach (1676-1749) Ciaccona  organo.
Georg F. Haendel (1685-1759) Sonata in Fa Op. 1-11, flauto dolce, organo basso continuo. larghetto, allegro, siciliana, allegro.
Johann C. F. Fischer (1665-1746) Chaconne in Fa, organo
Francesco M. Veracini (1690-1768) Sonata in Fa,  flauto dolce, organo basso continuo. largo e nobile, allegro, largo, allegro.
Claudio Sanchioni (flauto dolce)  ha seguito i corsi di flauto dolce, presso l’istituto Musicale  “ Tomás Luis de Victoria” in Vaticano e successivamente al “Centro di Pratica Strumentale della Musica Antica” a Roma, sotto la guida del M° Celestino Dionisi, diplomandosi al Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia sotto la guida del M°  Giovanni Toffano.  Ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio “Gioachino Rossini” di Pesaro dove si è diplomato in clarinetto sotto la guida del M° Ugo Contrevi, successivamente si è perfezionato con i Maestri: Dieter Klöcker, Italo Capicchioni e Franco Ferranti presso varie Accademie ed Istituti Musicali Italiani. Ha tenuto concerti con varie formazioni da camera, (tra cui: trio Banzola, Sanchioni, Collini – Quartetto Sagabaco – gruppo di clarinetti J. C. Denner – Gruppo della Concordia – Ensemble Tombari – Urbino Ensemble) corali, orchestrali e come solista con l’ Orchestra da Camera di Pesaro in varie città italiane e all’ estero in Francia, Germania, Egitto, Canada, Repubblica di San Marino. Al musicista sono state espressamente dedicate delle composizioni per clarinetto solo da diversi compositori quali i Maestri: Michele Mangani, Paolo Pellegrini, Paolo Petrucci e Barbara Polacchi. Insegna clarinetto presso la Scuola Media ad Indirizzo Musicale “Pian del Bruscolo” di Pesaro.
Perikli Pite, violoncello e viola da gamba. Diplomatosi in violoncello presso  l’Accademia di Belle Arti di Tirana con il M° H.Hoxha, ha proseguito gli studi in Italia diplomandosi con il massimo dei voti e la lode sia in violoncello, presso il Conservatorio “Gioachino Rossini” di Pesaro, che in viola da gamba, presso il conservatorio di musica “Arrigo Boito” di Parma.  Ha ottenuto numerose borse di studio (Fondazione Rossini Pesaro, Fondazione Cini Venezia).  Collabora con le Orchestre “L’Europa galante” diretta da Fabio Biondi e con il “Concerto Italiano” diretto da Roberto Gini, impegnato in tourneè in tutta Europa.  E’ docente presso l’AMMA – Accademia Marchigiana di Musica Antica e presso l’Istituto di Alta Formazione musicale “Lettimi” di Rimini.
Giovannimaria Perrucci (organo)  Compiuti gli studi di Organo e Composizione organistica e di Clavicembalo presso il Conservatorio di Musica  “Gioachino Rossini” di Pesaro, si è in seguito perfezionato nella classe d’Organo di Xavier Darasse presso il “Conservatoire National Superiéur “di Lione ed in quella di Clavicembalo di Jan Willem Jansen presso il “Conservatoire National” di Toulouse.  Svolge attività concertistica sia come solista che in collaborazione con importanti  ensembles prendendo parte ad importanti Rassegne e Festival in Italia ed Europa.  Ha effettuato registrazioni radiofoniche per la RAI, Radio Montebeni e per la Hessischer Rundfunk, Frankfurt; incisioni discografiche per la “Discantica” di Milano, la “Bongiovanni” di Bologna e per la “Opera 3″ di Madrid.   Sensibile alla valorizzazione del patrimonio organario, ha contribuito alla realizzazione dell’Inventario degli Organi storici della Regione Marche, promosso e finanziato dal Centro Beni Culturali della Regione Marche.   E’ ideatore e coordinatore di “Hydraulis”, progetto che accomuna alcuni Paesi dell’ Adriatico nella ricerca sulla comune storia organaria.  E’ autore di testi sull’organaria marchigiana, tra cui il Regesto degli organi storici di alcune Diocesi marchigiane (in “Studia Picena” – Ancona 1997/2003) e, recentemente, un saggio per l’Istituto dell’Organo Storico Italiano di Roma.  Docente collaboratore presso l’Istituto “G. B. Pergolesi” di Ancona e presso l’Istituto Diocesano di Musica Sacra di Fano, è organista della Basilica di San Paterniano della stessa città.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Comments are closed.